Homepage Chi siamo Servizi Informazioni Contatti
                                           
                                     
                         LEONARDO DA VINCI                           
I LUOGHI GLI STUDI LE MACCHINE

DONATO BRAMANTE
ARCHITETTO PITTORE ALLA CORTE DI LUDOVICO IL MORO SFORZA

IL RITORNO DI LEONARDO DA VINCI

DI DONATO BRAMANTE 




NEL CUORE DELLA LOMELLINA: VIGEVANO

 

I COLORI AZZURRO E GIALLO ORO, TANTO AMATI DAGLI SFORZA, SONO CITATI DA LEONARDO IN UNA NOTA SPESE ALL'INTERNO DI UN SUO MANOSCRITTO(IL PERIODO A CUI RISALE L'ANNOTAZIONE POTREBBE ESSERE QUELLO DEL SOGGIORNO A VIGEVANO)....

 2 FEBBRAIO 1494 LEONARDO ALLA SFORZESCA RITRAE SUL SUO TACCUINO LE SCALE CHE PORTANO ACQUA NEI PRATI






20 MARZO 1494 LEONARDO A VIGEVANO OSSERVA LE VIGNE E DESCRIVE SUL SUO TACCUINO IL LAVORO DEI CONTADINI 





IL PADIGLIONE DELLA DUCHESSA DI VIGEVINE.  MS. H

IL BAGNIO DELLA DUCHESSA ISABELLA. MS.B

L'ARCANGELO MICHELE NEL DIPINTO DEL BATTESIMO DI CRISTO DI ANDREA VERROCCHIO









L'ADORAZIONE DEI MAGI ALLOGAGIONE D
EI MONACI AGOSTINIANI DI 
SAN DONATO A SCOPETO E IL PROFETA ISAIA






LEONARDO DA VINCI E IL DUOMO DI PAVIA

Nel 1487-88, il progetto del Duomo di Pavia fu uno dei più arditi e significativi dell'architettura rinascimentale, tanto da vedere coinvolti più architetti come Cristoforo Rocchi, Giovanni Antonio Amadeo, Gio. Pietro Fugazza, Donato Bramante e Leonardo da Vnici.

 


IL MESSAGGIO SACRO NELLE OPERE  PITTORICHE DI LEONARDO DA VINCI

Leonardo un teologo:lo rivelano le sue opere a carattere sacro

IL PENSIERO FILOSOFICO DI SANT'AGOSTINO ATTRAVERSO L'OPERA DI SAN BERNARDO DI CHIARAVALLE NELL'ANNUNCIAZIONE LEONARDESCA AGLI UFFIZI DI FIRENZE

Iconologia del dipinto dell’'Annunciazione: nello sfondo paesaggistico la montagna sul mare è un simbolo che indica Cristo. Secondo San Bernardo di Chiaravalle, cultore della filosofia di Sant'Agostino e seguace del culto della vergine, il "monte dei monti" che si innalza sopra ogni cosa e quindi sopra tutti gli uomini è Cristo.... 

SANT'AGOSTINO E L'ARCA MARMOREA NELLA BASILICA ROMANICA DI SAN PIETRO IN CIEL D'ORO A PAVIA

La basilica, dedicata a San Pietro e citata da tre grandi poeti della letteratura italiana, Dante, Petrarca e Boccaccio, sorge in forme romaniche sul sito di una basilica paleocristiana, posta sul percorso che da Milano attraverso Pavia si immetteva nella via Francigena per Roma. All'interno si conservano le spoglie di Sant'Agostino, vescovo di Ippona e grande Dottore della Chiesa, le spoglie del grande filosofo e senatore romano Severino Boezio, martire, e quelle del Re longobardo Liutprando a cui va il merito di  aver  acquistato a peso d'oro presso i saraceni le spoglie del vescovo di Ippona e di averle fatte trasportare nel 724 dalla Sardegna fino a Pavia.   

 

DANTE ALIGHIERI NELLA BASILICA DI SAN PIETRO IN CIEL D'ORO A PAVIA

Dante ricorda nel canto X del Paradiso la sepoltura di Severino Boezio nella Basilica di San Pietro in Ciel d'oro 

 

DONATO BRAMANTE 

Nato a Fermignano nel ducato di Urbino nel 1444, divenne un dei più grandi architetti del Rinascimento.....

 

DONATO BRAMANTE E IL DUOMO DI PAVIA

L'impronta di Bramante nel Duomo di Pavia si coglie in alcune soluzioni genialmente innovative adottate nella forma dei pilastri che sorreggono la cupola

 


LEONARDO DA VINCI E DONATO BRAMANTE NEL CASTELLO DI PAVIA

 

DONATO BRAMANTE E LA CHIESA DI SANTA MARIA INCORONATA DI CANEPANOVA A PAVIA

Recentemente restaurati gli affreschi e i dipinti nella chiesa di Santa Maria di Canepanova. L'impianto della chiesa, come di altre nel territorio lombardo (Lodi, Busto Arsizio, Legnano) è da ricondurre alle idee bramantesche, ma dopo la partenza di D. Bramante da Milano la direzione dei lavori passa a Giov. Antonio Amadeo. 

 

DONATO BRAMANTE :

LA LOGGIA DELLE DAME E 

LA PIAZZA DUCALE DI VIGEVANO

 




DONATO BRAMANTE E LA SFORZESCA

Il Colombarone della Sforzesca, voluto da Ludovico il Moro Sforza per le sperimentazioni agricole e per i convegni di caccia, fu realizzato con progetto basato su cartoni di Donato Bramante a partire dal 1486, Leonardo da Vinci,durante il suo soggiorno presso la Sforzesca per gli studi idraulici e di canalizzazione, lo ammira e ne lascia traccia in un disegno, appartenente al Ms.H.

Il Colombarone riapre sabato 23 e domenica 24 marzo 2013 in occasione della XXI giornata Fai di primavera

 http://www.giornatafai.it/lombardia.htm

  

DONATO BRAMANTE E LA CHIESA DI SANTA MARIA PRESSO SAN SATIRO

Inserita in una rientranza fra i negozi di Corso Torino, la chiesa di Santa Maria presso San Satiro è un capolavoro di Donato Bramante. Lo spazio ristretto non permise di espandere la chiesa verso l'altare con un catino absidale ed il coro, così Bramante ideò una finta prospettiva con un presbiterio virtuale e grandi arcate con volte a cassettoni, dipinte. Il risultato fu quello di far apparire volumi che non esistono.

 

DONATO BRAMANTE E LA TRIBUNA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE A MILANO

 



LEONARDO DA VINCI E L'ULTIMA CENA NEL REFETTORIO DEL CONVENTO DOMENICANO DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE A MILANO

Straordinario lavoro pittorico che Leonardo ha realizzato sul muro del refettorio del convento domenicano dal 1494 al 1498. Il sapiente uso dei colori, dello sfumato, delle velature ad olio e l'uso della luce hanno conferito al dipinto un  carattere dinamico e il linguaggio che sarà quello del cinema.


ARMONIA E BELLEZZA NELLE OPERE DI LEONARDO DA VINCI. LA SEZIONE AUREA NELL'ULTIMA CENA E 

NELLA GIOCONDA,

           

 



NELL'UOMO VITRUVIANO.

 





DANTE ALIGHIERI IN OLTREPO' PAVESE

Dante ricorda nel canto VIII del Purgatorio l'incontro con Corrado Malaspina. Si narra che Dante,durante il suo peregrinare di corte in corte arrivò a quella della famiglia Malaspina che lo ospitò al castello di Oramala.....

www.vallestaffora.info › ITINERARI IN OLTREPO' E OLTRE › 2012

 http://spinofiorito.wordpress.com

 



Treccani, l'enciclopedia italiana

Leonardo Da Vinci

Enciclopedie on line


Leonardo da Vinci. - Pittore, architetto, scienziato (Vinci, Firenze, 15 aprile 1452 - castello di Cloux, od. Clos-Lucé presso Amboise, 2 maggio 1519). Ha personificato il genio rinascimentale che rivoluzionò sia le arti figurative sia la storia del pensiero e della scienza. Vita Figlio illegittimo del notaio ser Piero, di Vinci, di cui non è ricordato il casato. Dal 1469 si stabilì a Firenze, dove nel 1472 era già iscritto alla Compagnia dei Pittori


Leggi tutto





Google



pagina in costruzione!


© Progetto Leonardo da Vinci cultura nel territorio tutti i diritti riservati.

Homepage
Chi siamo
Servizi
Informazioni
Contatti
Approfondimenti
 
PAVIA
CERTOSA
VIGEVANO
VARZI E OLTREPO' PAVESE
ITINERARIO SUI PONTI VISCONTEI
LE TRE DUCHESSE
TRA LORO COGNATE:BEATRICE D'ESTE, ISABELLA D'ARAGONA E LUCREZIA BORGIA
       
       






 
Site Map